martedì 21 giugno 2016

Congiunture astrali

Credo di aver già scritto in un post precedente quando questi mesi di maggio, giugno e luglio siano pieni per me di ricorrenze e anniversari di morte e di tragedie (personali).
Questi due giorni poi sono veramente stati molto intensi.
Domenica 19 si è tenuto il memoriale di Sōji, l'unico giorno all'anno in cui è possibile visitare la sua tomba.
Ieri 20 giugno invece era l'anniversario (data gregoriana) della morte del vicecomandante, Toshizō-san. Ed era anche il solstizio d'estate e c'era la luna piena!
Un accavallarsi e concentrarsi di eventi che veramente mi ha molto toccata.

 
Una mia passione fin da piccola è l'astronomia, quindi tutti gli eventi astronomici, perfino una "banale" luna piena sono per me fonte di emozione. L'estate in questo è una grande alleata, perché è il periodo più ricco di fenomeni astronomici. Tra l'altro, sebbene non si sappia con esattezza quando sia nato Sōji, quei pochi documenti di famiglia esistenti dicono che nacque in estate in occasione di un fenomeno astronomico o meteorologico importante (nel giugno del 1844, l'anno più accreditato per la sua nascita, tra il 1844 e il 1842 che sono quelli in cui si crede sia nato, si registrò un'eclissi lunare intorno al 16 giugno... possibile che sia proprio allora che Dio ci ha regalato Sōji).
Bando alle mie chiacchiere... ora posterò un po' di foto del memoriale di Sōji (alcune sono di miei conoscenti che vi hanno partecipato, altre le ho semplicemente trovate su Twitter e Instagram).



Quest'anno tutto in rosa, come se la tomba l'avessi adornata io T.T






Per quanto riguarda la morte del comandante, oltre alle solite foto che non faccio mancare mai in queste occasioni, vorrei (ri?)mettere il suo ultimo haiku, scritto proprio prima di morire:



「よしや身は 蝦夷が島辺に 朽ちぬとも 魂は東の 君や守らむ」
土方歳三
 "Anche se il mio corpo muore nell'isola di Ezo, la mia anima guarda a est verso di te (Kondō-san)"

Trovo profondamente commovente  pensare che il suo ultimo pensiero e sforzo sia stato per il comandante 😞  

In onore della luna piena invece, posto un haiku di Satō Hikogorō, il cognato di Hijikata, che come il bel vicecomandante aveva l'hobby di scrivere haiku e che è per noi una fonte preziosa di informazioni sui nostri samurai. La sua figura è sempre troppo sottovalutata...

「待つ甲斐もなくてきえけり梅雨の月」
"Il risultato di aver aspettato è sfumato, luna della stagione delle piogge" Più o meno...
Sarò molto sincera qui, tradurlo in un italiano comprensibile è veramente difficile -.- sappiate che è dedicato alla luna della stagione delle piogge ed esprime la frustrazione dell'attesa di qualcosa che non si è verificato; in questo caso immagino sia proprio non aver potuto vedere la tanto attesa luna a causa delle piogge e del cielo coperto, com'è accaduto ieri a Kyōto...

A presto
Sango

Nessun commento:

Posta un commento