mercoledì 27 gennaio 2016

節分 Setsubun: il lancio dei fagioli

節分 Setsubun significa letteralmente partizione delle stagioni, ma con questo termine viene ormai indicato quello che più propriamente si chiama 立春 Risshun. Il Risshun si celebra il 3 febbraio di ogni anno ed è la prima delle 24 Nijushisekki, ovvero i 24 segmenti temporali in cui tradizionalmente viene diviso l'anno lunisolare in base alle stagioni e a fenomeni astrologici o naturali. Il primo segna l'inizio della primavera astrologica secondo l'antico calendario lunisolare giapponese, il kyuureki.
Come tutti i riti di inizio anno in Giappone, anche il Risshun ha principalmente la funzione di scacciare i mali e la sfortuna, propiziando invece la fortuna per il nuovo anno che inizia. I riti legati a questa ricorrenza sono piuttosto suggestivi e caratterizzati dal famoso lancio dei fagioli (si tratta di fagioli di soia tostati), il 豆撒きmamemaki, che viene solitamente tenuto presso i santuari scintoisti (anche se pure in qualche tempio buddista).

venerdì 8 gennaio 2016

Momento di romanticismo: 緋色の欠片 拓磨 珠紀

Adoro questo anime e questa scena è veramente meravigliosa...
  

video


Hakuouki è l'anime dei sakura, questo l'anime dei momiji...
Idea Factory sa il fatto suo...

giovedì 7 gennaio 2016

Ricordi felici...

Non è un post di fondamentale importanza, ma volevo condividere con voi le emozioni che ho provato quando mi sono imbattuta in questo video su youtube.
Si tratta di un estratto da un episodio del drama Taiga della NHK dedicato alla Shinsengumi e rappresenta un momento un po' nostalgico, almeno per me. La Shinsengumi ancora non esiste, non siamo neppure a Kyoto, ma ancora a Tama, la terra di Kondo-san, e in occasione della cerimonia in cui viene nominato quarto maestro della scuola Tennen Rishin-ryu, si tiene una gara esibizione tra il suo dojo e quello di Sato Hikogoro, cognato di Hijikata, anch'egli maestro di un dojo di Tennen Rishin-ryu.
I tempi di lotte, uccisioni, perdite e sofferenze sono ancora lontani... Amo l'atmosfera semplice e familiare di questo momento della loro vita...
Evvai, kleenex a me^^

新選組! 天然理心流 襲名披露





Buona visione
(Questo post e il video sono veramente per irriducibili amanti della Shinsengumi, tutti gli altri possono anche far finta che io non lo abbia mai scritto^^')

Sango

Tōka Ebisu: il festival della fortuna

I riti e le celebrazioni legati all'arrivo del nuovo anno non si fermano in Giappone e, ovviamente, ancora meno a Kyōto. Oggi è il 人日の節句 Jinjitsu no Sekku, ovvero il giorno dedicato al 七草粥の日 okayu alle sette erbe,



un piatto tipico dell'inizio dell'anno. Si dice che le sette erbe che vengono usate per prepararlo proteggano da diverse malattie e inoltre in quel periodo la natura si risveglia ed è possibile ritrovare nuove erbe fresche ricche di energia vitale. Secondo quanto vuole la tradizione, durante la preparazione si doveva cantare la canzone 七草はやし Nanakusa Hayashi (le cui parole variano da regione a regione) per bene sette volte, una per erba. A Kyōto veniva servito (e viene tutt'ora servito) ai fedeli che si recavano a Kamigamo Jinja, Gokomiya Jinja e altri santuari.

Da domani per cinque giorni si celebra invece il 十日ゑびす大祭 Festival del Tōka Ebisu o 初ゑびす, propriamente chiamato 小副菜 Shōfukusai (almeno a Kyōto è così^^'), dedicato a ゑびす Ebisu, divinità protettrice di mercanti e pescatori, per propiziare appunto la fortuna delle attività commerciali: si celebra in tutto il Paese, ma ovviamente in Kansai, e soprattutto a Kyōto, ha un'aura molto suggestiva, poiché vi partecipano anche geiko e maiko con i loro splendidi kimono da festa. Il giorno vero e proprio della festa è il 10 (da cui 十日), ma i riti si celebrano in un arco di circa cinque giorni. I santuari principali dedicati a Ebisu in Kansai sono tre e sono anche i più importanti di tutto il Giappone: il santuario di Ebisu Jinja a Kyōto, quello di Imamiya Jinja a Ōsaka e quello di Ebisu Jinja a Nishinomiya, Hyōgo.

sabato 2 gennaio 2016

お正月 Il bellissimo Capodanno giapponese

お正月 O-Shōgatsu, ovvero il primo mese dell'anno.



Il Capodanno è per i giapponesi la festa più importante dell'anno.