martedì 17 luglio 2012

Gion Matsuri

祇園祭り - Gion Matsuri
Il Gion Matsuri è un'antica festa che si celebra a Kyōto durante tutto il mese di luglio. I giorni più importanti sono il 14, il 15 e il 16 e le celebrazioni culminano con la parata del 17, ma i riti legati a questa festa proseguono fino alla fine del mese, con l'後祭 (Ato Matsuri) dopo essere iniziati appunto il primo luglio. Questa festa porta il nome di Gion, il celebre quartiere di intrattenimento dell'antica capitale, nel quale essa ha avuto origine precisamente nel santuario shintoista di Yasaka, lo 八坂神社 (Yasaka jinja).
Potete vederne la porta d'ingresso qui in una mia foto:



venerdì 6 luglio 2012

七夕 - Tanabata - La festa delle stelle


七夕 - Tanabata

La festa di Tanabata è una antica festività mitologico-religiosa della tradizione giapponese, ma, come in molti casi, di provenienza cinese. Le sue origini sono dunque molto più antiche del periodo storico nel quale venne introdotta in Giappone. Siamo in epoca Nara, quindi prima del 794 quando la capitale fu spostata a Kyōto.
Si dice che a rendere celebre in Giappone la leggenda sia stata la sensibilità di un'imperatrice, Kōken, a sua volta figlia di un imperatore molto importante per la storia del Giappone. Parlo dell'imperatore Shōmu che abbracciò la dottrina buddhista introdotta in Giappone attraverso la mediazione della Corea. Grazie alla passione di Shōmu Tennō, il Buddhismo si affermò in Giappone in maniera definitiva investendone ogni aspetto sociale e culturale. L'imperatrice rimase evidentemente molto affascinata da questa antica leggenda cinese che venne introdotta in Giappone con tante altre e introdusse nel suo impero la tradizione di celebrare la festività rappresentata nella leggenda. Si tratta di un adattamento mitologico di un fenomeno astronomico che si verifica all'inizio dell'estate. Tecnicamente si tratta del cosiddetto "triangolo estivo", ovvero una configurazione di stelle, ma non una vera e propria costellazione, composto nei suoi vertici da tre stelle molto luminose che quindi si distinguono bene nella volta stellata, specie in estate e inverno, le stagioni migliori per le osservazioni astronomiche^^ Le stelle in questione sono Vega, Altair e Deneb, a loro volta parte di tre diverse costellazioni. I due protagonisti della leggenda sono identificati con due di queste stelle: Vega e Altair.

martedì 14 febbraio 2012

Shinsengumi tour 2012 perlustrazione

Copincollo qui il post del mio forum sul precedente Shinsengumi tour in cui ci sono alcuni luoghi e relative foto assenti nel mio primo capitolo^^


"Per ora questo topic sarà veramente qualcosa di molto spartano, perché voglio metterlo online quanto prima! Poi con calma lo sistemo meglio^^

Dunque... il mio Tour Shinsengumi si è tenuto in un giorno iniziato benino meteorologicamente parlando... sempre ben sottozero, ma meno del solito... ovviamente 10 secondi esatti dopo che sono uscita di casa si è alzato un vento gelido e ha iniziato a nevicare^^; e io non ero propriamente vestita per un tempo simile... ma vabbè, dettagli ;P

Da dove vivevo io, Marutamachi, ho preso l'autobus 206 per la stazione, Kyoto Eki - do queste info per chi volesse intraprendere questo tour^^ senza fare nomi e cognomi Yuki - e dalla stazione mi sono incamminata verso Nishi Hongan-ji, prima tappa del tour che mi sono organizzata^^

Volevo rimpicciolire le foto, ma avrei ritardato ancora di più il topic, quindi niente, le vedrete giganti ;P

domenica 5 febbraio 2012

Mille torii fino alla vetta: 伏見稲荷大社 Fushimi Inari Taisha

Oggi finalmente sono andata a visitare uno dei luoghi più famosi e suggestivi di tutto il Giappone: il santuario scintoista di Fushimi Inari, 伏見稲荷大社 Fushimi Inari Taisha. Questo santuario è noto anche come il santuario dai mille torii, perché i sentieri che dal sacrario portano fin sulla cima della... montagna... (io la chiamerei collina..., ma sono questioni soggettive a quanto pare xD) sono pieni di torii che in alcuni tratti formano dei veri e propri tunnel!

Sono andata a Fushimi con uno dei relatori della conferenza: non era mai stato a Kyoto o in Giappone e poiché aveva un solo giorno a disposizione per visitarla, ho pensato di portarlo qui, proprio perché è una delle tappe obbligate di un viaggio in Giappone.
Abbiamo preso la linea Keihan a Demachiyanagi e siamo scesi a Fushimi Inari:


La stazione è vicinissima al santuario, che si raggiunge facilmente seguendo le indicazioni stradali o, ancora meglio, il fiume di visitatori che ci si reca durante tutto l'anno. I primi torii che annunciano la presenza del santuario sono comunque visibili già vicino alla stazione.


Questo è il portale di ingresso ben sorvegliato da due kitsune (quello di destra è rimasto fuori campo, mi dispiace^^'). I kitsune sono i messaggeri della divinità 稲荷大神 Inari Ōkami, a cui è dedicato il santuario. Tradizionalmente sono delle volpi bianche, protagoniste di tanta iconografia folcloristica giapponese e che noi amanti di anime e manga abbiamo visto innumerevoli volte^^
La statua a sinistra nella foto tiene in bocca una chiave che è la chiave del granaio, del magazzino meglio, in cui si conserva il riso, preziosissima risorsa per i giapponesi. Questo perché Inari presiede proprio ai raccolti, al successo di attività produttive e anche alla buona riuscita del sake, prodotto tipico della zona di Fushimi.


Varcato l'ingresso (l'ingresso al santuario è gratuito) vediamo subito il padiglione che ospita la divinità; anche qui, immancabili guardiani, ci sono i kitsune.



Riesco anche a rubare un'immagine dell'interno, mentre un sacerdote sta officiando un rito.


Qui si vedono tanti omikuji legati alle corde: quando si prende un omikuji che fa una predizione negativa al santuario (o in un tempio buddista), di regola lo si lega in queste corde o lo si mette in appositi spazi pregando perché la divinità poi cambi l'oracolo.


Procedendo poi a destra c'è un altro grande torii alla base di una scalinata: è l'inizio del percorso, tutto a scale o comunque in salita, che porta alla cima del Monte Inari (in realtà poco più che una collina ^^')


Subito ci si trova davanti due veri e propri tunnel di torii, quello a sinistra è il percorso che sale e quello a destra quello che scende, anche se in realtà non è obbligatorio seguire quest'ordine.



Devo dire che camminare tra questi torii rosso arancio vivo è veramente emozionante e suggestivo.



Su ogni torii sono scritti i nomi di coloro che li hanno donati, si tratta per lo più di persone che hanno un'attività produttiva o un'impresa (mi hanno detto che la Shiseidō, il colosso cosmetico giapponese, sia tra i grandi sostenitori e veneratori del dio Inari).


Noi prendiamo il tunnel a sinistra e iniziamo la nostra lunga, ma divertente salita verso la cima.


Tutto il percorso è immerso nel bosco e inframmezzato da piccoli sacrari. Il tunnel di torii non è continuo, ma a blocchi, con interruzioni qua e là, alcune più brevi e altre invece lunghe. Mi chiedo se un giorno verranno donati tanti torii da creare un tunnel completo fino alla cima^^







Qui c'è una piccola radura con tanti minuscoli sacrari appesi alla parete rocciosa e c'è un laghetto con un punto di sosta e di osservazione.



La cima è ancora lontana. Nonostante sia una collina abbastanza bassa il cammino è ripido e anche più lungo di quanto si potesse pensare.



Ancora uno spiazzo con sacrari e ancora un kitsune. Ce ne sono diversi disseminati per il percorso, ma questo era veramente simpatico!


Il gruppo di sacrari visto dall'alto e poco più su, finalmente....


Siamo in cima!


Questo è infatti il sacrario della cima, con tanto di cartello che ci dice che siamo appunto in cima, all'altitudine di ben 233 msl! (^^' montagna?)


Siamo riscesi per l'altro percorso che devo dire non era altrettanto suggestivo... Ma nel cammino, quasi vicino alle pendici, una simpaticissima signora anziana mi ha fermato per chiedermi da dove venissi perché mi trovava bellissima^^'' abbiamo chiacchierato un po' e poi lei ha continuato la sua ascesa e noi la nostra discesa.

Dopo la grande fatica ci siamo meritati un ottimo pranzo a base di soba e unagi! L'anguilla è la specialità del posto e io, che adoro l'anguilla, non sarei potuta essere più felice!^^

Siamo tornati in stazione e abbiamo preso il treno per tornare a Kyōto: avendo ancora qualche ora a disposizione ho pensato di portarlo in un'altra zona della città imperdibile, specie se si ha poco tempo a disposizione, il quartiere di Gion.

Purtroppo era comunque ormai tardi per visitare i templi che chiudono verso le 16:30 e quindi abbiamo solo visto il meraviglioso Sanmon di Chion-in dall'esterno



un fugace passaggio a Maruyama Koen e quindi ci siamo diretti a Gion,



visitando almeno l'esterno di Kennin-ji



dove siamo stati tanto fortunati da incontrare due gentili maiko che ci hanno concesso di fare una foto.




Poi seguendo lo Shirakawa siamo tornati alla base^^





sabato 28 gennaio 2012

ただいま戻りました! Sono tornata a... casa^^

Eh già... l'astinenza era stata fin troppo lunga a dire il vero^^ non ne potevo più di stare lontana dalla mia amata casa spirituale... e forse non solo^^
Seppur brevemente il diario riprende: sono di nuovo a Kyoto per un po' di tempo e ricomincerò a raccontarvi la mia vita qui anche se molti post della volta scorsa sono ancora in bozza aspettando che io vinca la lotta contro la mia pigrizia di caricare tutte le foto xDD

Stavolta vi risparmio i dettagli del volo, ma vi dico che è stato molto bello poter vedere la Cina dall'alto, in particolare il corso dello Chang Jiang, il fiume Azzurro, e il suo delta nei pressi di Shanghai e poi vedere Kyushu affiorare dall'oceano e quindi discendere verso l'aereoporto di Osaka sorvolando Shikoku... Sì, in un'altra vita vivevo sicuramente qui^^ mi sento proprio a casa in Giappone e in Oriente in generale^^ prossima tappa, Corea xD non mi dispiacerebbe nemmeno un po' andarci^^ ma torniamo al mio viaggio xD
Intanto è stata una piacevole sorpresa trovare in aereo una playlist di canzoni giapponesi, tra cui niente meno che イチブトゼンブ, Ichibu to Zenbu, la opening del mio drama preferito *___* deve essere un qualche tipo di segno!




Stavolta sono arrivata un po' prima a destinazione, la procedura all'immigrazione è stata velocissima come al solito per me xD devo proprio stare simpatica al Giappone♥ altro segno che in una vita passata ero giapponese forse^^ 



Sono arrivata a Kyoto alle 19 ora locale e ho trovato ad aspettarmi il mio caro Kanehiro che mi ha subito accompagnata nella mia nuova casina^^
Stavolta abito nel quartiere di Sakyo-ku, quello in cui avrei voluto vivere la volta scorsa xD si trova nella zona nord-est della città e sulla sua superficie si trovano alcuni dei templi più famosi e suggestivi, come Ginkaku-ji, Hounen-in, Heian Jingu e altri. Qui si trova anche Shogo-in, un tempio buddhista che sta esattamente a 10 metri da casa xD Eccone la porta vista dalla mia finestra




mi trovo poi a circa 15 minuti a piedi dall'università, forse qualcosa in meno, quindi sono particolarmente comoda^^ e i miei amici vivono tutti qui vicino. Appena arrivata nel mio nuovo alloggio trovo Mayu sotto casa ad aspettarci^^ e presto ci raggiunge anche Yoko: insieme andiamo a mangiare fuori per festeggiare il mio ritorno e stavolta provo la cucina di Okinawa in un locale tra Oike e Shijo; esperienza molto positiva direi^^ ma continuo sempre a preferire la Kyoto no ryori, ovvero la cucina di Kyoto^^ 
Venerdì è giorno di burocrazia universitaria al mattino, ma anche di nuove conoscenze; Kanehiro mi presenta Nakamura-san, una sua simpaticissima collega^^ Nel pomeriggio sono libera e come prima cosa vado a salutare i miei due amori ♥ quelli che più mi sono mancati, ovvero Sanjo Obashi e il Kamogawa:




Poi mi dirigo verso Teramachi per comprare alcune cosine che mi servono in un mio negozietto di fiducia^^ e già che ci sono vado a salutare Sanjo Obashi da vicino. Per andare al ponte e al fiume dal negozio in cui sono stata dovevo necessariamente passare per un certo posto, o meglio, davanti a un certo posto... un negozio... Ci passavo davanti quasi ogni giorno la volta scorsa, ma allora ancora non ne conoscevo il significato^^ oggi sono andata apposta a vederlo invece xD
Eccolo qui^^
Questo locale si chiama... Ikedaya! Sì, proprio quell'Ikedaya^^ ecco, solo gli appassionati di anime e manga come me possono capire a cosa mi riferisco^^' per gli altri fornirò una breve spiegazione. Questo negozio fu protagonista nel 1864 del famoso Ikedaya Jiken, ovvero un'irruzione della Shinsengumi, i corpi speciali di polizia del Bakufu, che arrestò diversi membri del Sonnō Jōi appartenenti ai clan Chōshū e Tosa tradizionalmente avversi allo shogunato Tokugawa e, almeno formalmente, sostenitori dell'imperatore e contrari all'apertura del Giappone all'esterno. Il compito preciso della Shinsengumi era quello di tenere l'ordine nella capitale.
Mi fermo a leggere la targa che ricorda l'evento e poi vedo a lato un menù un po' speciale appeso fuori...
Torno a casa e trovo un messaggio di Mayu che propone di andare a mangiare al Kaitenzushi di Sanjo e io non posso certo dire di no xD dopo aver mangiato alcune porzioni di sushi ci spostiamo di 30 metri per andare a...

Ikedaya!!! Dopo aver visto quel menù speciale non potevo assolutamente non andarci!
Ecco il menù speciale^^



Sì, da Ikedaya c'è un evento Hakuouki con menù di cocktail dedicato e alcuni dolcetti e piccole pietanze^^
il cocktail Toshi è all'uva, quello Kondou alla pesca, quello Souji al lime, quello Heisuke al mandarino, quello Shinpachi al kiwi, Sanosuke al melograno, poi c'è l'ochimizu xD alla ciliegia^^ e il cocktail oni con latte e cacao^^ mi ispira, magari la prossima volta prendo quello xD non ricordo il cocktail Saitou O.O era celestino, ma non ricordo il gusto... poi c'erano i corrispondenti cocktail analcolici, ma non c'era l'ochimizu analcolico e nemmeno il cocktail oni, in compenso c'era il cocktail Sannan alla ciliegia e qualcos'altro, non ricordo, e il cocktail Chizuru alla ciliegia e alla pesca^^

Inutile dire che volevo ordinare il cocktail Souji... ma era al lime e a me il lime proprio non piace^^' così alla fine ho ordinato un cocktail Sanosuke, il mio secondo marito xD era al melograno^^ mooolto buono!
se si ordinava un dolce dal menù Hakuouki si riceveva in omaggio una card di un personaggio, non a scelta però ç_ç della serie quel che ti becchi ti becchi^^'

Questo è il dolce che ho scelto io^^ si chiama Koisuru Chizuru xDD molto buono^^


Il dolcetto era squisito^^ una mini cheese-cake con dentro un cuore di salsa alla ciliegia veramente buona e necessaria a smorzare il formaggio che era uno strato bello spesso. La decorazione a fiore di ciliegio è un vero tocco di classe^^ d'altra parte, parliamo di Hakuouki... se mancano i fiori di ciliegio non è la stessa cosa ;P


Non ho quindi potuto scegliere la card del mio Souji ç_ç ma non posso dire che mi sia andata male xD perché per sbaglio mi hanno dato 3 card xD erano praticamente incollate tra loro e non si sono accorti xDD tutte dello stesso personaggio comunque^^

Per darvi un'idea di quanto Hakuouki ci fosse nel ristorante...
 e appesi per i corridoi c'erano dei poster incorniciati e autografati, immagino dall'artista e forse dal doppiatore? Non so... ma alcuni avevano due autografi, quindi è probabile fosse proprio così.
Ecco, in basso in ogni poster c'era una piccola targhettina che diceva che non potevano essere fotografati^^ ma vi pare che davanti a cotanta bellezza io potevo accorgermi della scritta nell'angolino??? Però ho potuto fare solo una foto, perché il personale andava e veniva^^'
Ovviamente non è una foto a caso xD il primo a cui ho pensato è stato lui xD

Per una volta trasgredisco alla mia politica di non pubblicare foto personali che ritraggano me o altre persone a me conosciute, ma stavolta non posso evitarlo se voglio farvi vedere come andavano vestiti i camerieri^^
Io sono ancora un po' stravolta per il viaggio e ho i capelli in uno stato pietoso xD siate clementi^^

E qui potete vedere quello che ho rimediato da Ikedaya^^
Vediamo un po' nel dettaglio...
il set da tavola Shinsengumi: tovaglietta, portabacchette ormai vuoto e poggiabicchiere xD
Menù Shinsengumi, con 3 menù ognuno dedicato a un personaggio diverso. Ci sono solo tre personaggi con menù dedicato quindi: da destra a sinistra, Hijikata, menù da 3000yen, Okita e Saito da 2500^^

Poi alla cassa c'erano delle card che pubblicizzano l'imminente uscita del gioco Bakumatsu Musouroku e se ne potevano prendere solo una a ciascuno, peraltro alcune erano già finite...
Ecco le mie, visto che Mayu l'ha presa per me xDD
io ho preso l'ultima di Souji *__*
Fronte e retro:



Ecco il fortunato bottino associato al dolce Chizuru xD ho beccato appunto ben 3 card di...
Sìììì, proprio del mio meraviglioso secondo marito *___*
Alla cassa c'erano alcuni gadget in vendita, però ho pensato fosse meglio andare a comprarli da Animate, costano sicuramente meno e c'è molta più scelta^^
Dunque... questo evento Hakuouki da Ikedaya è tutto legato all'uscita del gioco e sarà quindi in piedi solo per un periodo limitato, in pratica fino all'uscita del gioco il 23 di febbraio e credo non oltre.
Beh, il mio tour Shinsengumi è iniziato benone direi^^
嬉しかった!

Questo era un post un po' tanto "otaku" - mi dispiace ^^' ma presto vi delizierò con post diversi^^ per domenica ho in programma una bella gita ad Arashiyama per vedere le scimmie^^

A presto
Sango