lunedì 5 aprile 2010

Prove di primavera

La primavera forse sta per arrivare e, se non altro, il sabato prima di Pasqua è stata una bellissima giornata di sole qui in Kansai. Le temperature erano da giorni della merla, ma non avere la pioggia è già stato un passo avanti. Ho pranzato con Kanehiro e Mayu e poi la mia cara amica mi ha accompagnata a visitare il mio primo sacrario Shintō, uno dei più importanti di Kyōto, ed anche un luogo famoso per l' お花見 Ohanami, la tradizionale e antichissima pratica giapponese di osservare, ammirare la fioritura dei ciliegi a primavera. Anche se a Kyōto la fioritura dei ciliegi è appena agli inizi rispetto alla zona di Osaka, si iniziano a vedere qua e là delle splendide macchie bianche e rosa; qualche albero è quasi del tutto fiorito, qualcuno lo è per metà, qualcuno al 20-30% (qui misurano la fioritura in percentuali XD) e qualcuno non ha ancora neppure un fiore.
Ma l' 平安神宮 Heian Jingū val bene una visita anche se i ciliegi non sono in fiore. La porta d'ingresso è maestosa e si impone per i colori classici dei sacrari Shintō, ovvero un rosso-arancio molto intenso e vivace nelle colonne e nelle travi che contrasta con il bianco delle pareti e delle finestre.



La tentazione di avvicinarsi alla porta e attraversarla sapendo che è l'ingresso per altre meraviglie è fortissima, ma prima di poterlo fare bisogna assolutamente adempiere al rito di purificazione, lo 手水舎 Chōzuya da cui si attinge  l'お清水 okiyomizu (acqua pura), e attingere l'acqua con un mestolino di legno per poi sciacquarsi mani e bocca:


Varcata la porta si ammira senza fiato il cortile principale circondato su tutti i lati da sgargianti padiglioni; il principale, quello che ospita la divinità, è proprio di fronte a noi


Le divinità alle quali è dedicato questo tempio di costruzione piuttosto recente (1895) sono due importanti imperatori giapponesi: Kanmu, ovvero colui che trasferì la capitale ad Heiankyō, poi rinominata Kyōto, e Kōmei, l'ultimo imperatore che dimorò a Kyōto prima che la capitale venisse trasferita a Edo, poi Tōkyō.
Questo è il colonnato antistante il padiglione principale, dove i fedeli scrivono sulle tradizionali tavolette votive in legno (ema) il desiderio richiesto alla divinità e comprano a 200yen un 御神籤 o おみくじ omikuji, ovvero un biglietto che contiene una sorta di oracolo, di predizione e che, a seconda del responso, è diviso in categorie, dal più positivo al più negativo; a me è capitato un han-michi, ovvero quello che si trova proprio a metà classifica e devo dire che tra l'altro ci ha azzeccato . Gli omikuji negativi si annodano ad un albero o in spazi appositi nella speranza che la divinità cambi la predizione.

Un ciliegio nel cortile principale è quasi del tutto fiorito:

Heian Jingū è famoso soprattutto per i suoi splendidi giardini. C'è un giardino praticamente per ogni stagione, anche se in realtà tutti e quattro i giardini sono bellissimi in tutte le stagioni.
Nel primo giardino si possono ammirare un tappeto di muschio solcato da un piccolo ruscello che sbocca poi in un piccolo laghetto e una splendida volta a pergolato su cui riposano i rami degli 枝垂桜 shidarezakura, i ciliegi piangenti o cascanti. Purtroppo la fioritura era appena iniziata


ma lo spettacolo in alcuni punti era comunque già da togliere il fiato:













Il secondo giardino consiste in un laghetto sulle cui acque galleggiano foglie di ninfee e circondato da piante e aiuole di iris, ma entrambi fioriranno solo a maggio inoltrato.. quindi ritornerò.. :





Un ombreggiato sentierino ci conduce al terzo giardino che è un po' una versione speculare del secondo, ma qui troviamo gli "stepping stones", ovvero dei sassi che formano un sentiero nell'acqua:







Infine, il quarto giardino è forse il più suggestivo e sicuramente il più famoso; è un laghetto piuttosto grande sul quale è sospeso uno splendido ponte coperto in legno, e sulle cui acque si specchia un padiglione in tradizionale stile Shinden:











Rinfrancati nello spirito, dopo queste meraviglie in cui finalmente l'uomo e la natura convivono armonicamente, è purtroppo giunto il momento di lasciare lo Heian Jingū per questa volta. Ultimi scatti prima di varcare nuovamente la porta:









Dopo questa visita emozionante ci dirigiamo a piedi verso un altro sacrario Shintō particolarmente importante per la città di Kyōto, perché attorno ad esso e all'altro sacrario ad esso collegato, il Kamigamo Jinja, si svolge uno dei matsuri (festival reilgiosi) più importanti, ovvero l'Aoi Matsuri.
Ma prima di giungere al sacrario mi aspetta uno dei panorami più famosi di Kyōto:
la fioritura dei ciliegi lungo le rive del Kamogawa



Appena attraversato il ponte ci dirigiamo lungo una strada a destra che ci porta dritte allo 下鴨神社 Shimogamo Jinja, il sacrario Shintō di Shimogamo. Per raggiungerlo bisogna attraversare un bosco, il 糺の森 Tadasu no mori o "bosco/foresta della correzione" (nel senso di correggere lo spirito e il corpo per agire e pensare bene, correttamente). Il bosco è attraversato da diversi ruscelli:





(OT: inutile dire che nella mia mente echeggiava "Fukai Mori" u.u)

E alla fine del sentiero compare il torii, il portale d'ingresso al sacrario:



Ci aspetta nuovamente il rito di purificazione:


e quindi l'ingresso al sacrario:

Porta


Colonne della porta attraverso cui si intravede un padiglione:


Padiglione di preghiera al centro del cortile:


Una delle attrattive del sacrario: un ponte riservato alle divinità e che gli umani non possono attraversare (credo che sarebbe comunque difficilissimo farlo, perché è ripidissimo, anche se dalla foto forse non si capisce quanto):





Quest'ultima foto è molto sfuocata, lo so, e mi dovrei vergognare a metterla... però... questa è la parte del sacrario in cui abitano le divinità cui esso è dedicato, 玉依姫 Tamayori-hime ovvero la principessa, la fanciulla che invita lo spirito, e suo padre 賀茂建角身 Kamo Taketsunomi. Per quanto la foto non renda bene, si può intuire la bellezza del padiglione, assolutamente stupendo, e che fa davvero balzare il cuore in petto:



In questo post non ho raccontato tanto, ma ho ritenuto che fosse meglio lasciar parlare le immagini, e quindi ne ho postate in quantità. D'altra parte, il linguaggio umano per quanto ricco e avanzato rimane incapace di esprimere e descrivere l'ineffabile, la sensazione di uno spirito che incontra la manifestazione del divino. Quindi vi lascio godere le immagini.


Però questo post non finisce qui^^
Ho deciso di includervi due sezioni dedicate: una è per i miei colleghi otaku^^ (anche se naturalmente la possono vedere tutti, solo che forse non capirete di cosa parlo ) e l'altra è per tutti e con una piccola sorpresa.

Sezione Otaku
Nel sentiero che attraversa la Tadasu no Mori ho trovato niente di meno che... il Goshinboku!!!! Il goshinboku è un albero considerato sacro per la sua età o per la maestosità, e ce ne sono ovunque in Giappone. Ma questo è decisamente speciale!! Quardate bene l'area scortecciata... ha la stessa forma del punto scortecciato dell'albero su cui è stato sigillato Inuyasha!! Solo che in questo albero l'area è più grande e sta più in alto



All'interno del sacrario poi ho visto una 巫女 miko; le miko erano un tempo delle sacerdotesse, ora sono solo giovani donne al servizio dei sacrarii Shintō. Eh eh eh, nel sacrario del goshinboku ho trovato anche Kikyō  peccato che questa fosse molto meno bella della nostra amata sacerdotessa...




Sezione speciale: Sakura

Ho ritenuto che fosse il caso di dedicare una sezione speciale a quelli che sono i veri protagonisti della primavera nipponica, ovvero i 桜の花 sakura no hana, i fiori di ciliegio. Ce ne sono di tante varietà e sfumature: con soli cinque petali o con tanti petali, bianchi, rosa pallido, rosa più intenso.
Ecco una piccola galleria di foto di sakura che ho fatto:

Kyōto



Kyōto, Heian Jingu:






Tōyonaka, Ōsaka:














E, come promesso, ecco una piccola sorpresa^^
un link ad un video di youtube in cui una rock/pop-star giapponese, Tomiko Van, interpreta una canzone tradizionale dedicata a questi bellissimi fiori, così importanti nell'immaginario culturale e letterario giapponese, e intitolata semplicemente Sakura

Spero che questo post vi sia piaciuto!
Alla prossima!!!


Le splendide gif dei Kaoani sono prese da questo meraviglioso sito: Kaoani; e... sì, sono di parte

PS non l'ho mai scritto perché lo davo per scontato... ma siete naturalmente tutti liberi di lasciare un commento! Anzi, vi incoraggio a farlo se ne avete voglia^^ A me fa tantissimo piacere!!!

9 commenti:

  1. Sono incantata dalle foto e confesso un po' di sana invidia per il meraviglioso viaggio che stai facendo :)
    Ti faccio i complimenti perchè sei un'ottima narratrice " in viaggio" ed è uno splendido diario!

    RispondiElimina
  2. Grazie mille!!^^
    Spero di riaggiornarlo il prima possibile; vorrà dire che avrò avuto il tempo e il modo di visitare qualche altra meraviglia^^
    Non riesco a curare troppo lo stile del mio diario o la sua grafica, ma l'essenziale riesco a mettercelo^^ Ogni tanto forse quando scrivo sembro un po' invasata XD ma mi ci vuole tempo per rendermi veramente conto di quello che mi accade, e quindi ciò che scrivo a caldo è un po' approssimativo a volte, ma va beh, mi perdonerete^^
    Ciao e grazie ancora cara Luthien!

    RispondiElimina
  3. I ciliegi in fiori sono una meraviglia.....

    RispondiElimina
  4. l'Heian Jingū è stupendo, ha un cortile principale immenso e dei giardini enormi! *_*
    mi chiedevo: finora hai descritto la flora ma non c'è nessun rappresentante della fauna in questi giardini?

    il bosco che conduce allo Shimogamo Jinja è molto suggestivo, era impossibile non pensare alla nostra fukai mori! xD

    il ponte attraversabile solo dalle divinità mi ha incuriosito molto, di sicuro fossi stato lì ci avrei provato, ammesso sia conceso farlo! xD (ma per fortuna è un ponte "figurato" e l'atra sponda può essere comunque raggiunta dall'altra parte)

    il padiglione è già bello di giorno, ma scommetto che di sera con quelle luci diventi incentevole *_*

    e poi... il Goshinboku!!! *_*
    (per questo post hai scovato ben 3 chicche per otaku, bravissima! xD )

    i ciliegi in fiore sono fantastici, chissà se una volta spuntati i ciliegi perdano un pochettino di fascino (spero di no ovviamente)

    Sango di che ti scusi, non potresti associare meglio immagini e parole, non si può nascondere l'entusiasmo che si prova parlandone su questo blog *_*

    RispondiElimina
  5. Il tuo blog è molto interessante e mi complimento per le foto e per quello che ci fai vedere!
    Anch'io sono un grande fan di Inuyasha, anche se la mia opera preferita della Takahashi è Maison Ikkoku! Inutile dirti che ovviamente amo il Giappone. :D
    Seguirò il tuo blog con attenzione (e sinceramente anche con un pò di invidia, ma quella buona! ^^).

    Un caro saluto, Mike

    RispondiElimina
  6. Ciao Mike! E grazie dei complimenti^^
    Ohh ma io amo Maison Ikkoku *__*
    Se dovessi scegliere un manga della Takahashi mi troverei in notevole difficoltà XD
    Il fatto è che InuYasha ha in più degli altri il fatto che contiene tutto ciò che io amo del Giappone^^
    Ma io sono proprio una Takahashi-girl ;P E Maison Ikkoku è favoloso *__*

    RispondiElimina
  7. Si sono favolosi i lavori della Takahashi! Non vedo l'ora di leggere il tuo prossimo post! ^^

    RispondiElimina
  8. Ciao Simo!!! come promesso, ecco il mio commento!
    Innanzitutto, sono d'accordissimissimo con te per quanto riguarda la decisione di lasciar parlare le immagini! anche se i tuoi commenti non guastano, anzi rendono tutto più suggestivo!^_- (mi piace il tuo modo di commentare!) è verissimo, le parole non riuscirebbero a rendere quello che trasmettono quelle immagini! (io ho ancora i brividi dall'emozione e non esagero dicendo questo! sono diventata "blog-diario dipendente"!XD lo voglio rileggere dall'inizio!!!**). Tutti i luoghi che hai descritto mi hanno semplicemente incantato! mi hanno fatto viaggiare con la fantasia, leggendo mi sembrava di essere lì! XD sarà l'effetto della song che ho ascoltato di sottofondo?! XD ("Sakura", quella del link! *.* e che sto ascoltando anche adesso! XD). E' tutto così bello che non ci sono parole per decriverlo! i templi sono assolutamente incantevoli! (hai trovato anche "Miroku"!?XD) per non parlare dell' Heian Jingū! i suoi giardini sono meravigliosi!*.* e il sentiero con gli "stepping stones"? ... bellissimo!!!**
    Tra tutti i luoghi, c'è qualcosa che mi ha colpito particolarmente!^_- sai a cosa mi riferisco? ma è ovvio, al "Goshinboku"!!!*__* leggevo e mi sembrava di sognare! non mi pareva vero! ciò che ho provato leggendo è indescrivibile!** (hai visto anche una miko! XD). E la sezione speciale è qualcosa di... di..... *___* vedi? non ho parole! XD hai scattato delle foto bellissime! hai saputo trasmettere la bellezza di quei splendidi fiori di ciliegio! Bravissima!!!^^
    Aspetto con ansia il tuo prossimo aggiornamento!
    Non mi resta che dirti una cosa, una sola parola che spero riesca a trasmetterti quanto mi hai resa felice leggendo queste pagine ricche di fascino.......... GRAZIE!!!^.^ ... di cuore!!!^^
    Un bacione ^x^

    PS: hai capito chi sono? si o no? dalle mie parole penso si sia capito! XD chi ama a questi livelli il Jap? ... IO!!! XDDD ... sono Kagome^^.
    ciao ciao!!! ^__^

    RispondiElimina
  9. Ahhhhhhhh, che bello! che bello! che bello!!! *.* non smetterò mai di dirtelo! XD è tutto così magico, un'incanto!!!**

    ciao ciao!!!^__^
    Kagome^^

    RispondiElimina