lunedì 18 giugno 2018

Terremoto Osaka e Kansai

Ora che sono un po' più tranquilla perché sono riuscita a rintracciare tutti i miei amici e conoscenti in Kansai e, eccetto per il fatto che una cara amica ha purtroppo dovuto evacuare la sua casa, stanno tutti bene, posso estendere anche qui sul sito il mio pensiero di vicinanza alle vittime di questo forte terremoto e al mio Kansai tutto.
Mi colpisce sempre quando la terra trema in Giappone, ovunque tremi; ma quando trema a casa tua sei inevitabilmente più sensibile, non foss'altro perché lì ci sono la maggior parte delle amicizie e conoscenze e anche ancora tante delle mie cose, ben imballate e conservate in mia attesa :D
Sorrido perché nonostante la forza del terremoto le vittime sono state fortunatamente poche, anche se pure una sola è troppo...
Sorrido per esorcizzare la paura che nei prossimi giorni, come da allerta ufficiale dell'Istituto Nazionale di Meteorologia (giapponese, ovviamente), possano verificarsi altre forti scosse nella stessa area. Mi auguro di cuore che non avvenga; ovviamente scosse ce ne saranno ancora tante, ma prego che nessuna sia così forte e che nessuna sia tanto forte da provocare vittime e ingenti danni.

Di seguito un brevissimo video che dà idea della potenza della scossa; per i criteri giapponesi di classificazione sismica, questo era un terremoto per cui per le persone rimaneva difficile stare in piedi, immaginate quindi l'intensità, accentuata dalla superficialità (a soli 10km di profondità) della scossa stessa.

Anche a Kyoto è stata avvertita con forza (ad un mio amico che vive a Kyoto nord, la zona meno colpita, si è aperto il frigo facendo cadere e infrengere diverse bottiglie di vetro e alcuni libri sono caduti dagli scaffali). Un mio amico di Hirakata era in treno al momento della scossa, ha avuto la sensazione e la paura che il treno potesse deragliare; la vettura è stata fermata e i passeggeri fatti scendere, così è tornato a piedi a casa sua, 2 stazioni più in là (1ora di camminata). Un'altra amica, della prefettura di Hyogo, era in metropolitana e anche lei ha avuto molta paura. Infine, la mia amica sfollata, che vive a Takatsuki (epicentro del sisma insieme ad Ibaraki) mi ha detto che in casa è tutto rovesciato in terra e con i suoi bimbi è fuggita in un centro raccolta sfollati dove ha potuto incontrare altri parenti, anche loro per fortuna illesi.
Che paura... e io non l'ho vissuto, perché ero qui in questa terra che non conosce terremoti non so da quanti secoli (vivo in Italia, ma non proprio :D).
Speriamo davvero che la situazione non peggiori.

Sango

giovedì 10 maggio 2018

Hakuouki: Annunci 2018

Questi sono post che normalmente riservo all'altro sito; ma trattandosi di Hakuoki, non ho potuto esimermi...
Di oggi è la notizia dell'uscita, prevista per il 6 settembre, di un'edizione per Nintendo di Hakuouki Shinkai, entrambi i capitoli già usciti per PS.
Non posso nascondere la mia delusione: aspettavo, e aspetto, ben altro tipo di annunci... ma spero che questa uscita possa fare da traino a tante belle cose future...
Intanto una bellissima già ce l'ha data:

Che poster meraviglioso!!!

Articolo originale: QUI

Spero di aggiornarvi ancora al più presto con altre notizie.
Sango

martedì 20 marzo 2018

Buona primavera!

Tranquilli, il sito non è in disfacimento... sto solo cercando di riorganizzarlo un po' e al momento la maggior parte dei vecchi post non sono disponibili, ma è una cosa momentanea!

Intanto oggi si celebra l'equinozio di primavera (tranquilli, cambierò anche la grafica che qui ancora nevica! Ma in questi ultimi 3 mesi sono stata molto male e non ho avuto tempo di dedicarmi a queste mie passioni T^T), ma si ricordano anche degli eventi non esattamente piacevoli...


今日は春分の日ですが、山南敬助 さんの 命日 もですね〜 新選組総長前川邸に切腹で亡くなった 山南さん… 苦しみ… 悲しすぎる 元治2年2月23日 1865年3日20日
Il triste anniversario dell'atroce morte di Sannan...
Sebbene comprenda il significato del seppuku, è una pratica con cui non riuscirò mai a conciliarmi...


Le due foto in basso sono mie :)




(明治33年)1900年3月20日 【新選組・島田魁】死去 戊辰戦争を生き抜いた古参隊士 晩年は京都で暮らす 葬儀には永倉新八も参列 現在、個人の墓石は無いが大谷祖廟に納骨されている 写真手前の空地区画が墓石跡。
In questo giorno morì anche Shimada, grande personaggio davvero. 

La foto in basso a destra è mia


今日は伊東甲子太郎が新選組から脱退した日。彼はそもそも「幕府を守り抜こう」などという思想は持ってません。近藤とは根本的に違うのです。慶応3年の今日、弟の鈴木三樹三郎や藤堂平助らと共にを離れます。そして…。斎藤一もこの中にいたのです。
Oggi nel 1867 Ito lasciò la Shinsegumi...

La foto è mia :)
 Una giornata intensa davvero... per me anche personalmente, perché è pure l'anniversario della morte del mio amatissimo micio T^T

A presto con tante notizie che sto preparando e soprattutto con una grafica un po' più di stagione :D

Sango

  

domenica 11 marzo 2018

03.11

Anche quest'anno, come ogni anno, ricordo la tragedia che ha colpito il mio Giappone 7 anni fa.
Piuttosto che fare inutili polemiche come solo gli italiani sanno fare, io seguo invece la mia anima e, come i giapponesi, faccio quello che posso...

Per chi volesse, andando a questo link e digitando 3.11 nella casella di ricerca, azionerete una donazione di 10 yen alle vittime del terremoto del Tohoku del 3 marzo 2011.


Ci sono ancora più di 73.000 persone che non hanno potuto far ritorno alle loro case o costruirne una nuova, dopo aver perso la propria nella devastazione dello tsunami.
Non sono soldi che donate voi direttamente, semplicemente il vostro piccolissimo gesto attiverà il sistema di donazioni messo su da tante aziende pubbliche e private giapponesi. L'iniziativa serve anche per ricordare... perché troppo in fretta si dimentica...


Sango.

domenica 31 dicembre 2017

Buon Anno Nuovo - 良いお年を!

Ci siamo: quest'anno per me non proprio bello (ancora combatto con per ora sconosciuti problemi di salute) finalmente si chiude.
Sono rimasta un po' delusa, mi aspettavo di vedere qualche risultato in più per i miei sforzi, ma pazienza, continuerò a impegnarmi finché arriveranno :)
Stasera, come tradizione, a casa mia mangeremo spaghettini... Domani un pranzo più all'italiana, ma non mancheranno i gamberi (anche stasera), benauguranti per il nuovo anno. (vd. Capodanno giapponese).

A tutti voi auguro un nuovo anno sereno, senza grossi problemi né delusioni o perdite dolorose... Vi auguro di apprezzare davvero le cose che contano nella vita e di imparare a vedere con occhi diversi, più umani...
Vi auguro anche che oltre a non vivere momenti difficili, vi arrivi quanto più bene possibile.

Entreremo ora (in Giappone, in Cina tra qualche settimana) nell'anno del cane, abbandonando il gallo.



Tanti auguri di pace e serenità!


Appena posso aggiornerò con le foto di queste festività :)

Sango


sabato 2 dicembre 2017

Buona fine d'anno

Caspita... sapevo benissimo di non aver scritto da tanto (purtroppo non è stato un anno molto facile per me... sono felice che finisca infatti!), ma non pensavo da così tanto!
Comunque tutto questo sta per cambiare... presto inizierò di nuovo a scrivere con una nuova serie e continuerò ovviamente con la mia sezione sui miei beneamati... quindi, cara amica d'animo, a cui pure non scrivo da tantissimo, ma che credo e spero capirà..., stai tranquilla, non intendo abbandonare il progetto e anzi presto avrai mie notizie.
Intanto, con questo inizio di fine anno, più che dei soliti bilanci, intendo occuparmi di organizzare quello che verrà: il nuovo anno sarà e deve essere decisivo per me e ho quindi tanto da organizzare e lavorare e in qualche modo tutto ciò si rifletterà anche qui... Stay tuned.

Nei prossimi giorni farò una sintesi di quest'autunno in Giappone; tenete conto che nelle ultime settimane/giorni in Giappone le temperature si sono abbassate di molto e in diverse località è arrivata la neve. Si annuncia un lungo inverno...

A presto.

mercoledì 15 giugno 2016

Samidare 五月雨

In questo periodo in Giappone ci si trova nella stagione di passaggio tra la primavera e l'estate; in teoria saremmo a inizio estate, nella pratica ci troviamo nella stagione delle piogge, chiamata in giapponese 梅雨 (tsuyu). In poesia, è chiamata anche 五月雨 (samidare), ovvero le "piogge del quinto mese", il mese di questo periodo nel vecchio calendario lunisolare. 
Pensare a un mese abbondante (in realtà un mese e mezzo circa) di frequenti se non continue piogge non dipinge un quadro esattamente idilliaco di come le persone immaginano l'arrivo della stagione estiva. Io sono fortemente meteoropatica e non amo per niente il brutto tempo e la pioggia. Al contrario, sia fisicamente che emotivamente rifletto proprio la situazione meteo in quelle giornate.
Quando mi sono trovata ad affrontare quindi la mia prima stagione delle piogge non ero esattamente entusiasta all'idea, anche perché ho sempre sofferto molto anche l'umidità. L'umidità dell'Asia qui in Europa non sappiamo bene cosa sia, quindi provate ad aumentare esponenzialmente la sensazione che provate nelle giornate afose d'estate e forse avrete un'idea.
Non avevo però alternative, la stagione era arrivata e io dovevo in qualche modo attraversarla e sopravviverle. Me ne sono invece innamorata. Le ragioni di questo innamoramento sono indubbiamente moltelplici e intrecciate tra loro, ma qualcuna l'ho descritta qui sotto.
Con questo mio post oggi vorrei condividere solo alcune immagini che possano comunicare e trasmettere almeno un po' di ciò che significa per me questa stagione e delle sensazioni ed emozioni che mi fa provare. Queste immagini non sono mie, sono di conoscenti e dei siti ufficiali dei luoghi che ritraggono. Le mie foto le inserirò a parte in una pagina dedicata. Con queste foto volevo solo documentare la stagione delle piogge di quest'anno, principalmente a Kyoto, ma anche in alcune altre località del Giappone. 
In questi giorni in Italia non si capisce bene che stagione sia (oggi è 15 giugno e io indosso il cardigan in lana...), ma in Giappone è chiaramente e come sempre la stagione delle piogge, da me adorata e amata e ora mi manca da morire, perché è la prima volta in anni che me la perdo T.T 
La stagione delle piogge significa non solo cielo grigio e piangente,
Innanzitutto la stagione delle piogge offre lo spettacolo di alcune delle più belle fioriture in tutto l'anno: ci sono ancora gli ultimi fiori di azalea e rododendro, ma soprattutto questa è una stagione di viola e sfumature di azzurro perché gli iris giapponesi colorano giardini e bordi di laghetti in tanti templi e parchi e poi anche dell'azzurro, del rosa e del bianco dei globi di ortensie in fiore, il fiore simbolo del periodo, che rallegrano e leniscono l'animo con i loro colori.  E ovunque il verde ridente degli alberi che ora raggiunge il massimo fulgore.
La stagione delle piogge significa calme lumachine che passeggiano sulle grandi foglie delle ortensie e giovani e vivaci rane che animano le sere (e anche i pomeriggi in Giappone)  con il loro simpatico e per me piacevole canto.
Poi la sera, al buio, lungo corsi d'acqua e campi si può godere il magico spettacolo delle lucciole che in Giappone per fortuna sono ancora presenti in gran numero.
Dalle finestre fanno capolino i teruterubozu, solitamente fatti a mano, con tante faccine diverse, che devono richiamare il bel tempo e far tornare a splendere il sole. Il canto delle rane è spesso accompagnato dai furin, campanelli a vento appesi ai porticati che suonano dolcemente scossi dal vento.
Sì, è vero, piove tanto, ma anche questa stagione ha il suo fascino... 



Iris a Heian Jingu, Kyoto